Dottorato di ricerca in Musica e Spettacolo

Il dottorato in Musica e Spettacolo si propone di formare ricercatori nell'ambito delle arti performative, specializzati nell'analisi e nell'interpretazione di testi, oggetti e discorsi in uno o più linguaggi specifici di quest'ambito: il teatro, la danza, il cinema, la fotografia, la televisione, i nuovi media digitali, la musica. Particolare attenzione è rivolta all'interazione tra questi linguaggi, nonché ai contesti artistici, culturali, sociali, politici e ideologici all'interno dei quali essi operano, e cui contribuiscono. Il dottorato, nato nel 2012 dall’aggregazione dei due dottorati in “Storia e analisi delle culture musicali” e in “Tecnologie digitali e metodologie per la ricerca sullo spettacolo”, si articola in due sezioni, “Musica” e “Spettacolo”. A queste due sezioni corrispondono due curricula, denominati rispettivamente “Storia e analisi delle culture musicali” e “Studi di teatro, arti performative, cinema e tecnologie per lo spettacolo digitale ”. Benché i due curricula abbiano percorsi formativi diversi, con attività didattica e seminariale organizzata separatamente, tutti i dottorandi sono caldamente incoraggiati a partecipare agli eventi di entrambi i curricula, per favorire una formazione eminentemente interdisciplinare. Fondamentale è infatti il dialogo metodologico e teorico tra le varie sottodiscipline del dottorato, nonché l'apertura ad ulteriori ambiti disciplinari, quali la storia, l'antropologia, e gli studi storico-artistici, visuali e letterari.